Andrea Giardina

Andrea Giardina (Palermo 1949) si è laureato in Storia romana nel 1970 presso la Facoltà di Lettere dell'Università La Sapienza di Roma, sotto la guida del suo maestro Santo Mazzarino. Ha insegnato nelle università di Chieti, Firenze, Palermo, Bari, Roma La Sapienza e presso l’Istituto italiano di scienze umane. Attualmente è professore emerito della Scuola Normale Superiore di Pisa. E’ stato docente presso l'École Normale Supérieure, presso l'École des hautes études en sciences sociales e presso l'École pratique des hautes études di Parigi.
È presidente dell’Istituto italiano per la storia antica e della Giunta centrale per gli studi storici, membro corrispondente dell'Istituto archeologico germanico, membro dell'Academia Europaea (London), socio dell'Istituto Lombardo-Accademia di Scienze e Lettere (Milano), socio ordinario non residente dell'Accademia Pontaniana (Napoli), accademico Ambrosiano (Milano), socio corrispondente dell'Accademia Peloritana dei Pericolanti (Messina), socio corrispondente dell'Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna, membro del Comitato dei garanti della Fondazione Gramsci, membro del Consiglio scientifico didattico dell'Istituto italiano per gli studi storici (Benedetto Croce), membro del Comitato Premi della Fondazione Balzan (Milano-Zurigo), socio nazionale dell’Accademia nazionale dei Lincei, presidente della Consulta dei Comitati e delle edizioni nazionali (Mibact). L’assemblea generale tenutasi a Jinan nell’agosto del 2015 lo ha eletto presidente del Comité international des sciences historiques.
Nel 2013 ha ricevuto la medaglia d'oro dell'Associazione italiana di cultura classica, nel 2019 il premio Gerolamo Cardano (Pavia).
Tra i suoi principali campi di ricerca: storia sociale, amministrativa e politica del mondo romano, dalla media età repubblicana a quella tardoantica; storia del concetto e dell'idea d'Italia, dall'età repubblicana all'età gotica; storia dei valori sociali nel mondo romano e bizantino, con particolare riferimento all'aspetto delle attività crematistiche; storia del regno ostrogoto d'Italia, con particolare riferimento alla figura di Flavio Magno Aurelio Cassiodoro; storia dei rapporti tra storia romana e politica in età contemporanea (dalla Rivoluzione francese al fascismo); storia della storiografia moderna relativa al mondo antico.

Tra i suoi libri più recenti:

  • Il mito di Roma, da Carlo Magno a Mussolini, scritto con A. Vauchez, Laterza, Roma-Bari 2008 (2ed) e Fayard, Paris 2000
  • L’Italia romana. Storie di un’identità incompiuta, Laterza, Roma-Bari 2004 (3ed)
  • Cassiodoro politico, L’Erma di Bretschneider, Roma 2006

Ha curato inoltre:

  • L’uomo romano, Laterza, Roma-Bari 2012 (13ed, tradotto in molte lingue)
  • Roma antica, Laterza, Roma-Bari 2014 (7ed)
  • (con F. Pesando), Roma caput mundi. Una città tra dominio e integrazione, Electa, Milano 2012
  • Ha diretto la Storia mondiale dell'Italia, Laterza, Roma-Bari 2017
  • È direttore e curatore dell’opera, in sei volumi, Flavio Magno Aurelio Cassiodoro Senatore, Varie, presso l'editore L'Erma di Bretschneider (Roma). Sono stati editi finora il vol. II (Libri III-V), Roma 2014; il vol. III (Libri VI-VII), Roma 2015; il vol. IV (Libri VIII-IX), Roma 2016; il vol. V (Libri XI-XII), Roma 2015

Via M. Caetani, 32 00186 Roma - tel/fax +39 06 68805209 | Presidenza: Via Milano, 76 00184 Roma - tel/fax +39 064880597

Copyrights © 2019 All Rights Reserved.
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram